Seleziona una pagina
[adv728x90_top]

Virginia Raffaele, Frassica ed Ezio Bosso, tre star tra ilarità e commozione

da | Feb 11, 2016 | In secondo piano | 0 commenti

virginiaraffaeleferilli

Per fortuna che Virginia c’è! L’imitatrice è come la pochette per un abito da sera: indispensabile. E così è stato già dalla prima serata. Con l’imitazione della Ferilli Virginia Raffaele ha avuto gioco facile. Ruspante, godereccia e con la battuta pronta in romanesco: tutto grasso che cola per un imitatore. Ma quando Carlo Conti annuncia l’arrivo di Carla Fracci il palcoscenico dell’Ariston diventa “mondo difficile e futuro incerto”… Che c’azzecca la Fracci con la comicità? Niente. Risposta sbagliata. Virginia risveglia una Carla Fracci perfetta nelle movenze, nel plié e nell’atteggiamento altero. In continuo movimento con le braccia, al punto di mettere in difficoltà la gestualità dello stesso Conti che la supporta, sornione e soddisfatto. L’ex étoile si
dichiara soddisfatta di “partecipare a questa storica sagra” e rivolgendosi all’orchestra coglie l’occasione per “salutare anche la banda”. Spiega agli spettatori piegati in due dalle risate che non poteva “dire no a un conduttore così garbato come lei, signor…?”. E quando lui si presenta e le dice “Conti” la Fracci inizia una sequenza di passi di danza… Il teatro è già dalla sua parte. E’ una Fracci-Virginia davvero in gran forma quella che rivolge a Conti consigli che appaiono ordini. La forma è urbana ma il tono è imperioso: “Spalle dritte, addome in dentro, glutei stretti. Ma lei porta la conchiglia?”. Al “no” di Conti la Fracci sbotta: “Ah no? Allora complimenti!”. E giù tutti a ridere.
Sempre volteggiando qua e là fa un’accurata radiografia a Garko, apprezzandone prestanza e tonicità generali fino a complimentarsi sulla fermezza al tatto del suo fondoschiena per poi allontanarsi chiosando: “La danza è astinenza”.

frassica-garcoSu tutt’altro registro ma non per questo meno succosa è stata l’attesissima performance di Nino Frassica, con la sua comicità tra lo stralunato e il surreale. Impareggiabile. Esilarante la doppia intervista di Carlo Conti ai due personaggi messi a confronto. Alla domanda del conduttore: “Quale cosa ti piace di più nell’altro?”. “Quando recita mi fa ridere”, dice Garko. “Anche a me”, risponde Frassica. “Cosa ho più bello di lui? Il codice fiscale”, continua Frassica. E così via ridendo.
L’irruzione di Frassica a Sanremo non porta solo ilarità e spensieratezza e, come lui stesso ha dichiarato “quella di stasera è una parentesi di realtà”. Il comico spiazza tutti cantando ‘Amare si gioca’ scritto da Tony Canto, un brano che parla del dramma dei migranti così tragicamente simboleggiato dalla foto del piccolo Aylan. Un bagno di realtà per un Festival nazionalpopolare.

Infine, terzo grande momento: l’arrivo di Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra affetto da una malattia ezio bossodegenerativa. Si esibisce al pianoforte con “Following the bird”, un brano suggestivo e ipnotico. Ma già prima di suonare il pubblico è rapito da questo insolito paladino della musica che coniuga con naturalezza e spregiudicatezza un talento musicale e umano davvero straordinari.
“Gli uomini tendono a dare per scontato le cose belle ma ogni tanto a tutti capita una stanza buia e piccola. Noi siamo dodici stanze (allude ‘The 12th Room’, il suo ultimo album), nell’ultima ricordiamo la prima, quando nasciamo non la possiamo ricordare, perché non vediamo, ma nell’ultima la vediamo perché siamo pronti a ricominciare… e ricordatevi sempre che la musica come la vita si può fare solo in un modo: insieme”.

MyBlog Magazine

Cos’è MyBlog Magazine?
E' un superblog tematico con il meglio dei post di MyBlog e LiberoBlog su un certo argomento: ad esempio il Festival di Sanremo

Come posso entrare in un Magazine?
Scrivi articoli originali e curiosi per il tuo blog, sarà la redazione a trovarti, indicizzare il tuo articolo nel Magazine più adatto e dare visibilità al superblog in Virgilio e Libero, portando più lettori sul tuo blog

MyBlog Torna a MyBlog

[adv728x90_bottom]